Gli alti e bassi della genitorialità oggi rispetto al passato

Nel mondo moderno di oggi il alti e bassi della genitorialità si può sentire fortemente. Dato che noi genitori abbiamo più tempo che mai, i primi problemi mondiali di vivere in un mondo che si muove a un ritmo rapido sono avvertiti acutamente da ogni genitore.

Storicamente, i genitori trascorrevano più tempo con i propri figli di quanto non facciano oggi con i bambini che imparano la responsabilità e l’indipendenza interagendo costantemente con noi, aiutandoli a imparare e fare scelte appropriate. Ora stiamo cercando di essere genitori mentre controlliamo le nostre e-mail, rispondiamo a quella chiamata di lavoro, cercando di portare la cena in tavola entro 30 minuti al massimo. Può essere assolutamente estenuante.

Il nostro tempo è prezioso, ma lo sono anche i nostri figli, e spesso siamo lasciati a camminare su una precaria fune tesa nel tentativo di far gelificare tutto mentre in realtà siamo solo appesi a un filo nudo. È il filo conduttore che alimenta il “Come stai? – Sai, sopravvivere!” scambio di corsa a scuola”, ed è la realtà dell’essere genitore oggi.

Essere genitori è senza dubbio più difficile oggi, e non lo sappiamo tutti! In questo articolo entriamo nel nocciolo degli alti e bassi della genitorialità con Ashley Verman di Bizzimumzi che al momento della stesura è mamma orsa di una splendida figlia nel bel mezzo dei terribili due, in attesa di vedere cosa succederà nei tre !

Ashley è la fondatrice del podcast Bizzimumzi e della palestra Define London. È un’ex interprete di Broadway e formatrice di celebrità. Attraverso Bizzimumzi Ashley ha creato una comunità accogliente per condividere gli alti e bassi della genitorialità oggi e ispirare gli altri a sentirsi potenziati nel loro viaggio. Ashely crede che l’immagine più perfetta della genitorialità sia semplicemente quando stai facendo del tuo meglio. Bizzimumzi è uno spazio sicuro che aiuta i genitori a ispirarsi, istruirsi e sostenersi a vicenda per essere i migliori genitori possibili.

Perché essere genitori oggi è più difficile?

Lavoro a tempo pieno e sono una mamma a tempo pieno e non lo farei in nessun altro modo, anche se è al di là della follia! Ho assistenza all’infanzia 3 giorni a settimana. Questo aiuta ad “alleggerire il carico” ma non toglie tutto. Sono una mamma consapevole, decisionale, disponibile. Sono fermamente convinto che i genitori portino il dollaro dall’inizio alla fine della giornata. Lo adoro e non lo cambierei.

Allora perché è più difficile essere genitori oggi? Onestamente, non credo che sia mai cambiato. È sempre stato difficile. È sempre stata una mega sfida. La differenza tra oggi e “allora”, i genitori ne parlano sempre di più. Condividere le sfide e parlare apertamente delle lotte.

Mia mamma era una mamma casalinga. Una mamma a tempo pieno. Ha fatto tutto. Da cucinare, pulire, pianificare, prendersi cura, le bollette… lei ha fatto tutto. Questo non può mai essere diluito. Era una superdonna a pieno titolo. Ha iniziato la sua attività quando avevo nove anni per aiutare a pagare le lezioni di ballo extra che stavo facendo e coprire le spese di viaggio.

Mia madre si occupava ancora della casa, della cucina, si prendeva cura di tutto. Mio padre aveva la sua attività di contraente e lavorava dall’alba al tramonto. Entrambi hanno fornito e curato. Non abbiamo mai sentito che fossero stanchi, sfiniti dal nostro pianto, tormentati dal nostro “Mamma per favore!” e “No, lo voglio!” Erano genitori che amavano, nutrivano e andavano d’accordo. Si sostenevano a vicenda. Per me, li ho idolatrati come il “Dream Team”.

Forse essere genitori ora è più difficile perché non comunichiamo correttamente e ci confrontiamo e competiamo, non lavorando come quel “Dream Team”.

Ora parliamo di ciò che è stato difficile per le donne in particolare. Nel mondo grande, cattivo, “reale”, siamo pagati meno – e siamo valutati molto meno – di un uomo. Abbiamo uno stigma avvolto intorno a noi riguardo alla gravidanza, alla depressione postpartum, all’allattamento al seno e semplicemente all’essere il caregiver numero uno di un bambino.

Come può una donna governare il mondo quando c’è già così tanto da affrontare? Ciò rende la genitorialità impegnativa. Lo rende più difficile? Non credo perché, ancora una volta, è sempre stato lì. Essere genitori è difficile! Ci vuole un mega supporto e comunicazione.

Quali sono alcuni dei problemi genitoriali più comuni che le persone affrontano oggi?

– Sostenere e richiederlo. Ho avuto mia figlia in un altro paese. Non circondato dai miei amici intimi e dalla mia famiglia. Ricordo che da bambino, io e mio fratello venivamo passati in giro come un pallone da calcio tra i membri della famiglia perché erano sempre in giro. Sì, a volte ha aiutato ad “alleggerire il carico” per mia madre. Aveva bisogno del supporto. Penso che sia difficile chiederlo. È quasi come se l’armatura di una mamma dovesse essere rimossa per chiedere aiuto e questo di per sé è vergognoso.

– Sicurezza nei quartieri. Per me, questo è selvaggio come ricordo vividamente da bambino che correva su e giù per le strade senza preoccupazioni al mondo. La mia più grande lamentela da bambino era che quando si accendevano i lampioni dovevo andare a casa a fare il bagno. Che non esiste più. Le persone sono diventate sempre più disperate nella società e semplicemente non è sicuro lasciare che i bambini vadano in giro. Come genitori, dobbiamo escogitare modi meglio strutturati per consentire ai bambini di giocare e interagire poiché una volta facile “apri la porta principale e vai via” non c’è più.

– Il glamour dei social media sulla genitorialità può davvero innescare alcuni follower e farli entrare in una spirale di insicurezza. Crea un brutto spazio per la testa, che quindi può creare disconnessione dal bambino e dal partner.

– Siamo una società guidata da cellulari, iPad e computer. Per la maggior parte dei genitori che lavorano, e non, si è trasformata in una dipendenza. I bambini lo vedono, i bambini lo vogliono. Sia io che mio marito cerchiamo di ridurre la cosa davanti a nostra figlia. Siamo anche molto consapevoli di quanto tempo sullo schermo ottiene. Anche se ci sono incredibili spettacoli di apprendimento là fuori, quindi non lo busserò mai e dirò “No Screen Time!” Il più grande applauso per Cocomellon e il suo insegnamento sulla moda dei pappagalli: nostra figlia ha imparato molto da quello spettacolo.

Perché i genitori oggi sono molto più protettivi?

Perché il mondo è assolutamente banane! Sono lontani i giorni in cui i bambini riempivano le strade e semplicemente giocavano. C’è troppa incertezza, quindi ora è meglio avere appuntamenti di gioco in casa e quando vai al parco, tieni sempre d’occhio i bambini. La pressione c’è, ma anche questo può essere aiutato dalla tua rete di supporto di amici e familiari. Più supporto hai intorno, meglio ti senti protetto.

Quali sono alcune delle cose più importanti che i genitori di oggi devono sapere?

Penso che tutti i genitori debbano ricordarlo… Sei “al suo meglio”. Questo è lo slogan e uno dei motivi per creare Bizzimumzi. Sei “al suo meglio” nei giorni migliori e non. Può esserci vernice sui muri, piatti ammucchiati nel lavandino e quel foglio di calcolo fatto a metà… stai facendo del tuo meglio per essere il miglior esempio, badante, ispirazione per tuo figlio e questo è abbastanza ogni giorno.

Non si tratta di perfezione. Mio oh mio, la perfezione non sarebbe meravigliosa. La perfezione genitoriale è raggiungibile? Non ho uno Scooby ma so, e sento per esperienza personale, che il semplice provare per mia figlia nutre la mia anima e fa sì che ogni giorno ne valga la pena.

Come possiamo supportare meglio i nuovi genitori nella loro transizione verso la genitorialità?

Questo è semplice, significativo e non costa nulla, ma il tuo tempo… Fai il check-in. Sostenere ed essere quella persona su cui appoggiarsi è esattamente ciò di cui ha bisogno quel nuovo genitore. Deve essere ogni ora allo scoccare dell’ora, no. Ogni piccola cosa aiuta e può essere rassicurante per il nuovo genitore. Se sei un genitore, condividi le tue esperienze e forse i piani di gioco giornalieri che hai fatto nelle prime fasi.

Proprio come un bambino ha questi momenti importanti, così fa un genitore. Condividi la tua esperienza nel tempo con ciò che ha funzionato e cosa no. Ovviamente, il destinatario dovrebbe prendere le cose con un pizzico di sale in quanto non esiste un regolamento fisso per i genitori. Alcuni consigli possono funzionare e altri no… va bene così. Il supporto è fondamentale.

Quali sono le tue 5 migliori abilità genitoriali positive di cui ogni genitore ha bisogno nel proprio kit di strumenti per genitori?

– Cucinando. Ah! Sono una pessima cuoca. Lì l’ho detto. Ma sto imparando e ridacchiando lungo la strada. Voglio davvero che mia figlia provi e sperimenti nuovi cibi. Quindi, per me, imparare a cucinare e mostrarla mi dà gioia.

– Accettazione che molto probabilmente la giornata non andrà secondo i piani e va bene così! Adoro un programma e anche mia figlia. Il nostro programma può sembrare fitto, ma mi sembra anche di aver alleggerito il carico perché c’è un piano di gioco in atto.

– Pianificare la sera prima o anche fare un calendario settimanale la domenica precedente aggiunge davvero una grande energia positiva per tutti coloro che entrano nella settimana. Pianifica una o due attività divertenti durante la settimana in modo da vivere delle avventure divertenti da vivere insieme come famiglia.

– Cerca di trovare gioia nel supereroe multitasking che sei. Sento che se conduci con il terrore la giornata più impegnativa, ti perdi le parti migliori.

– Non dovresti aver paura di imparare quei testi Disney. Dai, premi play su Encanto, Lion King, Frozen… C’è semplicemente qualcosa di così potente e terapeutico nel cantare e cantare a squarciagola le canzoni con tuo figlio dopo una giornata folle. Ogni giorno, intorno alle 17:30/18:00, organizziamo una maratona. Balliamo e cantiamo!

Qual è il tuo discorso di incoraggiamento genitoriale ai genitori che cercano di navigare tra gli alti e bassi della genitorialità oggi?

Tu e il tuo partner dovete ascoltarvi l’un l’altro e sostenervi a vicenda. Questa non è una competizione tra i due genitori e, per sdrammatizzare davvero, entrambi volete e dovete essere “al meglio” l’uno per l’altro in primo luogo, in modo da poter lavorare tutto il giorno per essere “al meglio” per il tuo bambino. I bambini sono spugne assolute. Possono percepire e sentire quando i chip sono in calo. Concentrati su una comunicazione forte. Dalla mia esperienza, una forte comunicazione con il tuo partner può rendere una giornata fantastica e può sembrare che parte della pesantezza della genitorialità sia alleggerita.

Colpire perfettamente gli alti dei bassi della genitorialità oggi, non pensi che le mamme! È sempre bello sapere che non siamo soli, e scommettiamo che molti di voi si relazioneranno con la vita di Ashley come genitore nel mondo moderno di oggi.